Neue Technologie für die Luftfahrtkommunikation

(Di Großstaatliche Verteidigung)
21 / 09 / 16

​Nei giorni 14 e 15 settembre 2016, presso il Experimentelles Flugzentrum (CSV), si è tenuta la dimostrazione pratica per testare la nuova tecnologia denominata Airborne Mission Network–DEMO IT.

L’innovazione tecnologica realizzata consentirà alle forze armate, impiegate in operazioni, di condividere informazioni tramite piattaforme eterogenee (terrestri, marittime e aeree), riuscendo così a risolvere problemi di interoperabilità tra le diverse tecnologie attualmente utilizzate in ambito operativo.

La soluzione innovativa è stata ideata dalla ditta Leonardo-Finmeccanica, con il contributo del Experimentelle Flugabteilung (RSV) ed è stata testata anche con la partecipazione di militari e veicoli dell’Esercito Italiano.

Per il test, il personale del Experimentelle Flugabteilung e di Leonardo-Finmeccanica hanno costruito, in uno dei laboratori presenti al Centro SV, un’infrastruttura composta da differenti tecnologie di rete (Datenverbindung tattici, comunicazioni satellitari, comunicazioni sicure,..) ed hanno installato a bordo di un C27J l’apparato sperimentale denominato Data Link Management System (DLMS), vero elemento innovativo della soluzione avanzata dall’industria nazionale. Il DLMS, infatti, è una dotazione avionica, che consente di importare, collezionare, tradurre, fondere ed inoltrare dati tattici, provenienti da numerosi canali di comunicazione eterogenei, con i dati e le informazioni dei sensori di bordo della piattaforma su cui è installato, garantendo un significativo incremento della Situational Awareness.

Tutta l’attività, promossa dalla Direktion für Luftfahrt, Rüstung und Lufttüchtigkeit (DAAA) del Segretariato Generale della Difesa (SGD\DNA), si inserisce nel programma internazionale di Forschung und Entwicklung (R&S) sostenuto dal gruppo dei rappresentanti degli armamenti aeronautici (ANSR-Air Senior National Representatives) dei direttorati nazionali degli armamenti di Italia, Francia, Gran Bretagna, Germania e Stati Uniti.

Il comandante del CSV, generale di divisione aerea Fabio Molteni, alla presenza del generale ispettore capo Francesco Langella, direttore della Direzione degli Armamenti Aeronautici e per l’Aeronavigabilità und Kopf von Corpo del Genio Aeronautico, ha accolto - con un saluto di benvenuto - i rappresentanti del ANSR e numerosi esponenti nazionali ed internazionali sia del comparto Difesa che del mondo industriale. Nel sottolineare l’importanza dell’iniziativa avviata dalla DAAA, il gen. Molteni ha rimarcato le capacità del CSV nel settore della ricerca, sperimentazione e sviluppo tecnologico. Il pensiero innovativo è l’elemento che consente di prefigurare gli scenari futuri, di individuare le capacità irrinunciabili dell’organizzazione e sviluppare nuove soluzioni che permettono di continuare ad essere competitivi e rilevanti per il Sistema Paese.